Facebook Ads: a cosa serve? Ecco i 2 motivi per utilizzarlo.

facebook-ads-erika-zacchello

Nel post precedente, parlando del perché utilizzare una pagina fan piuttosto che un profilo personale per la tua azienda, ti ho accennato il tema delle sponsorizzate su Facebook. Probabilmente ti sarai chiesto:

perché dovrei dare dei soldi a Facebook visto che è gratuito? A cosa serve Facebook Ads?

Dovresti assolutamente utilizzarlo per raggiungere 2 obiettivi:

1. Il primo è quello di acquisire nuovi fan ed allargare il tuo bacino di contatti. Non sto parlando dei tuoi amici che mettono un Mi Piace solo perché ti vogliono bene (!), ma di persone che hanno dichiarato di essere realmente interessate a ciò che fai, e lo hanno fatto attraverso la descrizione del loro profilo e le interazioni che compiono quotidianamente con post e pagine, ovvero ogni volta che cliccano su un contenuto, mettono un Mi Piace, condividono un post o lo commentano.

2. Il secondo è quello di rendere più visibili i tuoi contenuti. Considera infatti che, anche se hai 3.000 fan, senza una campagna sponsorizzata e ben profilata, solamente il 10-18% di questi fan visualizzerà sulla propria timeline il tuo contenuto. Ti sembra un po’ pochino vero?…300 su 3.000 è davvero poco, hai ragione…

Questo perché accade? Perché Facebook ha deciso di dare visibilità sulla base ad un algoritmo fondato sull’effettivo interesse: se tutti vedessimo tutto quello che viene pubblicato, da tutte le pagine che seguiamo, non riusciremmo a vedere nulla di ciò che vogliamo! Saremmo letteralmente invasi dagli aggiornamenti degli amici e delle aziende.

Per questo Facebook ci mostra solamente quello che ci interessa, privilegiando però tra questi contenuti, quelli che sono al tempo stesso sponsorizzati, ovvero quei contenuti per i quali le aziende hanno deciso di partecipare ad un’asta, e pagare allo scopo di dare ad essi maggiore visibilità.

I nostri contenuti possono ovviamente essere di diverso tipo, in base agli scopi che vogliamo raggiungere. Facebook ha differenziato per questo le possibilità di sponsorizzazione: potrai decidere di promuovere attraverso Facebook Ads un testo, un video, un’app, un coupon, un evento oppure portare persone dal social al tuo sito.

E’ molto importante capire che, senza utilizzare Facebook Ads, nemmeno il più bravo dei free lance o la migliore delle agenzie, riuscirà a far decollare la tua pagina!

Innanzitutto perché Facebook è un’azienda e utilizza Facebook Ads come uno dei principali mezzi per monetizzare, e secondariamente perché, se tu ricevessi tutte le informazioni possibili delle pagine che segui o degli amici che hai su Facebook impazziresti! Possiamo dire quindi che Facebook, attraverso il suo algoritmo, viene in soccorso a noi utenti, mostrandoci solamente i contenuti delle pagine e degli amici con i quali interagiamo più volentieri, trascurando di mostrarci il resto.

Non so se ti è mai capitato di pensare ad un amico che hai su Facebook, con il quale non ti senti sul social da un po’, e dirti “ma che fine avrà fatto? Non pubblica più nulla…” poi, andare sul suo profilo e trovare moltissimi contenuti, l’ultimo magari pubblicato pochi minuti prima. Ma perché non vedi più i suoi aggiornamenti? Semplice. L’algoritmo di Facebook, vedendo che da un po’ non interagisci con lui, ha concluso che i suoi aggiornamenti non sono per te così interessanti, e quindi ha smesso di mostrarli nella tua timeline. Ti dispiace? Niente paura! Se tornerai ad interagire con il tuo amico, commentando alcuni dei suoi post, cliccando Mi Piace o anche solo parlando con lui in chat, vedrai che quasi magicamente, i suoi contenuti riappariranno nella tua timeline quando lui aggiornerà il suo status, caricherà foto ecc…

Bene, la stessa cosa avviene per le pagine.

Questa è la croce di chi utilizza Facebook per fare business! Vogliamo mostrare i nostri contenuti a chi ha deciso di seguirci diventando nostro fan? Allora, per avere maggior chance di essere visibili non solo al 10-18% dei nostri fan, ma anche da chi, magari involontariamente, non vede più i nostri contenuti, non possiamo fare altro che “rivitalizzare” la nostra fan base usando una sponsorizzata su Facebook Ads!

Ecco a cosa servono le sponsorizzate con Facebook Ads oltre che, ovviamente, a rintracciare le persone che sono davvero interessate a quello che facciamo ma che ancora non ci conoscono.

Quello che mi interessa che tu capisca è che Facebook Ads è davvero uno strumento di vitale importanza per fare Business su Facebook, non puoi assolutamente non metterlo in conto se vuoi essere sul social, a meno che tu non voglia investire su di esso molto tempo, continuando però ad essere un fantasma e non esser visto da (quasi) nessuno!

La cosa positiva è che, con budget relativamente piccoli, puoi raggiungere un pubblico ampio, molto più ampio, preciso e misurabile di quanto potresti fare facendo, ad esempio, pubblicità su un giornale locale. Con Facebook Ads, con un budget molto più basso, avrai una visibilità maggiore per un periodo di esposizione molto più lungo.

Ci tengo a dirti ancora una cosa…

Prima di lanciarti in sponsorizzazioni ed investire denaro su Facebook Ads, improvvisandoti advertiser, tieni presente che utilizzando questo strumento in modo “amatoriale” rischi di fare più danni che non utilizzandolo, sprecando un bel po’ di denaro senza raggiungere i risultati sperati.

Ci tengo che tu non lo faccia perché non vorrei che perdessi fiducia nel mezzo. Prima di fare questo lavoro bisogna studiare un po’, anche se Facebook la fa molto facile – ed il motivo è che Facebook più inserzionisti ha, e più guadagna – ma così facile proprio non è. Per ottimizzare i tuoi investimenti ti consiglio di formarti prima di iniziare a sponsorizzare oppure, se non hai tempo, voglia o risorse per farlo, di rivolgerti ad una persona che fa questo di professione. 

Ti garantisco che appena inizierai ad utilizzare questo strumento, vedrai crescere progressivamente la tua pagina sul social e finalmente potrai trarre, dalla tua presenza su Facebook, un vero e proprio beneficio, iniziando a considerarlo uno strumento vero e proprio di marketing.

Se hai già avuto esperienze e riscontri con Facebook Ads oppure, se hai dubbi o perplessità, lascia il tuo commento qui sotto e ne parliamo. :)

Buon lavoro!

E.Z.

Sei un’azienda e usi il profilo personale? Facebook sta per chiudere il tuo account!

Quando un’azienda decidere di iniziare ad utilizzare Facebook per il proprio business, una delle prime domande che si pone è

devo aprire un profilo personale o una pagina aziendale?

Forse ti sembrerà poco importante, ma non lo è affatto, considerando che moltissime attività di piccole e medie dimensioni, utilizzano oggi un profilo personale su Facebook, non sapendo che stanno rischiando di perdere non solo denaro ma il profilo stesso!

Quali sono i rischi di un’azienda che utilizza un profilo personale su Facebook invece di una fanpage?

Se sei un’azienda e usi un profilo personale, presto Facebook chiuderà il tuo account!

facebook-sta-per.chiudere-il-tuo-profilo

Esatto, hai letto bene. Se hai un profilo personale invece di una fanpage, é molto probabile che Facebook decida di chiuderti, molto presto, il profilo obbligandoti a trasformarlo in una pagina. Questo perché stai violando le regole del social network visto che i profili personali, come dice giustamente il termine, devono essere associati a delle persone fisiche e non ad un business. Per quest’ultimo sono state inventate le pagine aziendali! In questo periodo Facebook, ha intensificato molto i controlli e quindi stanno aumentando le chiusure di profili personali, usati a scopo aziendale.

Come te ne accorgerai di essere stato “beccato” da Facebook?

Un giorno, quando cercherai di fare l’accesso al social, semplicemente non riuscirai più a farlo. Per accedere ancora a Facebook dovrai fare la conversione da profilo a pagina aziendale, seguendo alcuni passaggi che, se non fatti correttamente, ti impediranno di recuperare alcune informazioni importanti.

Allora, cosa ti consiglio di fare?

Ti consiglio vivamente di procedere quanto prima al passaggio di tua spontanea volontà, in modo da fare un salvataggio di quante più informazioni possibile, e convertire tutti i tuoi “amici” in “fan” della pagina.

La scelta non è se farlo o non farlo. La scelta è se farlo in tempo, organizzandoti, oppure trovarti un mattino nel panico!

Esistono davvero moltissimi buoni motivi per usare Facebook con una fanpage, e oggi, oltre a quello che ti ho spiegato poco fa, te ne voglio elencare altri 3 ugualmente importanti:

1. Una fanpage, diversamente da un profilo, non ha limiti di follower. Un profilo personale ha un limite di 5.000 amici, raggiunti i quali non potrai più diventare amico di nessuno. Forse ora 5.000 amici ti sembrano un’infinità, ma se ti dico che con la fanpage, nell’arco di qualche mese, questi 5.000 contatti li supererai alla grande, cosa ne pensi?

2. Qualunque potenziale cliente può visualizzare la tua fan page e seguirti, a meno che tu non decida di impedirne la sua visualizzazione ad una determinato pubblico, in base all’età, al sesso, alla nazionalità ecc… Questo significa che chiunque, che ti conosca o meno, potrà entrare in contatto con te, senza dovertelo chiedere. Non è un gran vantaggio che, chi non ti conosce ancora, possa trovarti? Questo è uno degli obbiettivi principali della comunicazione di un’attività. Facebook, attraverso le fanpage, ti consente quindi di comunicare con i fan per portarli a diventare clienti, con i clienti per fidelizzarli, ma anche con i tuoi clienti potenziali, per farli entrare nel processo che li porterà da sconosciuti a clienti. Con la pagina, sostanzialmente, inserirai i clienti in quello che noi markettari chiamiamo “funnel di vendita”.

3. Con la fanpage, diversamente dal profilo personale, puoi utilizzare Facebook ADV, l’unico strumento che, se usato correttamente e senza improvvisazioni, ti permetterà di entrare costantemente in contatto con persone interessate a quello che fai e a mostrare ai tuoi fan quello che comunichi. Sì, proprio così, è l’unico strumento che ti permette di fare questo, non crede a chi ti dice di poterti far crescere senza mettere a budget la sponsorizzazione sul social. Sai perché? Perché anche Facebook è un’azienda e, come tutte le aziende, cresce con il profitto! Il business di Facebook si regge esclusivamente sulle sponsorizzate degli inserzionisti, cioè i titolari delle fanpage che investono denaro per essere più visibili. Quindi, ti sarà chiaro ora più che mai, che Facebook ha tutto l’interesse a rendere sempre più visibili i contenuti delle aziende che utilizzano Facebook Advertising, piuttosto che quelli delle aziende che non lo utilizzano.

Ti sembrano dei buoni motivi per utilizzare una pagina piuttosto che un profilo?

Hai già una pagina fan oppure usi ancora un profilo personale? In quest’ultimo caso, se sei convinto, potrai convertire il tuo profilo personale qui:

https://www.facebook.com/pages/create.php?migrate

Se hai bisogno di una mano sai dove trovarmi… Buon lavoro!

EZ

Copywriting: quando il business parte da un buon testo.

copywriting

Oggi vi racconto qualcosa del copywriting.

Quando si decide che è finalmente arrivato il momento di realizzare il proprio sito web oppure, di dare una rinfrescatina a quello che già si ha, tra gli ostacoli più difficili da superare troviamo sempre questo: reperire i contenuti.

Immagini, video ma, soprattutto, testi. Testi che parlino di noi, di chi siamo, di cosa facciamo, dei nostri valori e della nostra offerta. Montagne e montagne d’idee da selezionare, organizzare e, finalmente, buttare giù, nero su bianco, per dare un senso compiuto, possibilmente allettante per il nostro cliente.

Cosa ci vorrà mai per fare un po’ di buon copywriting?

Sembra molto facile, vero?
Apparentemente sì, ma devi credermi, non c’è nulla di più difficile che raccontarsi senza annoiare il lettore.

Si stima che sul web i giochi si facciano tutti nei primi 7 secondi: se non lo catturi, il tuo potenziale cliente, chiude il tuo sito e… avanti un altro! Direttamente alla concorrenza.

Ecco perché è importante fare un buon copywriting:  per quei maledetti 7 secondi, la vita del nostro contenuto sta lì, sul filo del rasoio!

Ma quanto è difficile scrivere senza annoiare chi ci legge, risultando anche simpatici a Google?
Ecco, appunto, Google, sempre lui… croce e delizia del business on line.

Google ci richiede di fare un passo in più, passando dal Copywriting tradizionale al SEO Copywriting.

Ma cos’è il SEO Copywriting?

Per essere stringata al massimo, posso dirti che non è nient’altro che un livello di difficoltà superiore rispetto al copy tradizionale, il che implica che il testo non piaccia solamente al lettore, per trattenerlo come una calamita alle nostre parole, ma che piaccia anche al motore di ricerca numero 1 al mondo, al fine di apparire, quanto più possibile, in alto nella SERP, cioè tra i primi risultati organici che vengono mostrati quando, il nostro cliente potenziale, fa una ricerca su Google.

Ma allora, perché ti serve un copywriter?

Ed ecco qui che diventa fondamentale il ruolo del copywriter di professione, in grado sì di scrivere in modo allettante rispettando le regole della grammatica e la punteggiatura, ma anche conscio delle regole che stanno dietro al colosso Google, fortemente meritocratico e perennemente in evoluzione.
Non è proprio una passeggiata fare il copywriter…
Bisogna avere una certa attitudine alla scrittura e alla grammatica, ma è importante anche mantenersi costantemente aggiornati su come evolvono sia gli algoritmi che i lettori. E poi bisogna essere molto curiosi, informarsi su ciò che fa il cliente, sul suo mercato… ma questa è un’altra storia di cui, magari, parleremo in seguito.

C’è poi un’ulteriore difficoltà…

Sai che anche i testi seguono le mode?

Così come è vero che i testi del tuo sito web non potranno essere la copia spudorata della tua brochure, visto che il mezzo e il tuo lettore non sono gli stessi, è anche vero che, di tanto in tanto, i testi andranno rispolverati, per forma e contenuto, al fine di non diventare obsoleti e stantii.

Un sito che appare vecchio e dimenticato, per grafica e testi, non darà sicuramente una bella immagine di te… poco importa se hai rinnovato da poco gli uffici con colori e mobili nuovi, il 90% del mondo vedrà la tua immagine sul web prima di ogni cosa. Pensaci.

Ma allora, da cosa devi partire se hai un sito web o se lo vuoi creare da zero?

Se hai già un sito, chiediti quanto questo trasmetta l’immagine che tu vuoi dare di te e se arriva al tuo lettore chiaramente il messaggio che, ogni giorno, mandi quando ti trovi faccia a faccia con un cliente; se invece un sito web ancora non ce l’hai, chiediti quali sono i valori e i plus che vorresti trasmettere al lettore per farti contattare.

Una volta che avrai fatto questo fermati e respira… L’hai fatto? Bene.

Ora chiediti se pensi di poter fare tutto da solo, se hai tutte le competenze necessarie, il personale, la creatività e, soprattutto, se hai il tempo per fermare la tua attività e metterti a fare qualcos’altro che, solitamente, non fai nel quotidiano: se deciderai di fare da solo, di sicuro,  ti costerà molto tempo, molta fatica e, forse, non otterrai esattamente il risultato ottimale.

Se hai risposto NO, anche solo ad una di queste domande, ti do una buona notizia…

Esistono delle figure nel mondo del web, in grado di aiutarti in questa opera titanica. Fanno questo di mestiere, lo fanno per passione e con competenza. Se pensi di aver bisogno di uno di loro ne troverai diversi sul web, non ti resta che contattarli. Li troverai digitando su Google “copywriter”. Se vuoi fare prima vai sui contatti: uno di questi, sono io. :-)

EZ

I 6 buoni motivi per usare i social media in azienda

perchè-usare-i-social-media-2

 

Finalmente si parte e ciò che voglio fare è andare subito al sodo, facendo con te un’analisi sul perché un’azienda, oggi, debba assolutamente essere presente sui social media.

I numeri non possono che confermarlo, e non si tratta di una realtà esclusivamente americana. Dico questo perché, un’obiezione che spesso mi sento fare è che “i social non funzionano da noi in Italia, bene come nel mercato americano”. E’ assolutamente vero, le aziende americane hanno avuto “il vantaggio dei primi”, ma questo non significa che il ritardo non possa andare a nostro favore. Chi si occupa di marketing in Italia, e nello specifico di social media marketing, ha avuto la possibilità di studiare e verificare strategie, case history di successo ed insuccesso, dei nostri cugini americani, elaborando a sua volta le strategie più adeguate per il nostro mercato.

Già, perché il nostro mercato è maturo per accogliere le aziende sui social network, peccato che ancora poche vi siano presenti e, quando lo sono, non usano il mezzo in modo professionale.

Ma diamo un’occhiata ai dati riportati dal US Census Boureau – InternetWordStats, relativi al primo trimestre del 2014, e vediamo cosa succede in Italia.

Oggi 6 italiani su 10 accedono regolarmente ad Internet, trascorrendoci in media 4,7 ore al giorno. Il 59% di questi utilizzano per accedere ad Internet il proprio smartphone o tablet. 26 milioni di italiani sono iscritti a Facebook ed il 42% di essi lo utilizza regolarmente, trascorrendoci circa due ore al giorno: ciò significa che, la metà del tempo trascorso su Internet, viene passato proprio sui social network!

Tenendo presente inoltre, che il 60% degli italiani ha fatto almeno un acquisto su Internet negli ultimi 3 mesi, direi che il mercato italiano è davvero pronto per accogliere le aziende on line e sui social media!

Ti stai forse chiedendo quali possono essere dei buoni motivi per utilizzare i social media per la tua azienda? Te ne voglio dare almeno 6.

1. Puoi raccontare chi sei e i tuoi valori.

I social nascono come spazio di conversazione ed è questo il modo migliore in cui li puoi sfruttare: raccontando chi sei, chi è la tua azienda, cosa fa e in cosa si differenzia da tutte le altre. Puoi sfruttare questo canale per trasmettere i tuoi valori, le tue abilità e tutte le tue attività: parteciperai ad una importante fiera del tuo settore? Stai preparando una nuova linea prodotto? Hai un metodo innovativo che può essere utile ai tuoi potenziali clienti? I tuoi prodotti sono ecologici e rispettano l’ambiente?

Queste sono tutte informazioni difficili da comunicare con altri mezzi e, soprattutto, se lanciate sporadicamente sui mezzi tradizionali di comunicazione, rischiano di non arrivare al destinatario.

I social media ti permettono di raccontare tutto questo, con frequenza e a persone interessate, poiché sono quelle che spontaneamente hanno deciso di seguirti. Racconta chi sei e cosa fai a chi ha voglia di ascoltarti.

2. Puoi creare una community fedele che ti segue.

La conversazione che si crea sui social ti aiuta a creare una community di persone. La realtà è che le persone amano essere parte attiva di un business e preferiscono acquistare, secondo alcuni studi recenti, dalle aziende che hanno una pagina attiva su Facebook. La presenza della tua azienda sui social, una presenza attiva in cui parli con il tuo cliente, creerà una sorta di rapporto intimo con i fan che, a loro volta, si sentiranno partecipi e contribuiranno a fare crescere la tua pagina coinvolgendo altre persone della loro rete social. Coinvolgi le persone e loro parleranno con te e di te.

3. Puoi far crescere la tua autorevolezza e la tua affidabilità.

La gestione mirata della propria immagine aziendale sui social media, ti permette di acquisire visibilità e autorevolezza, contribuendo alla formazione e crescita della brand reputation. Sempre più spesso i clienti, prima di acquistare, vanno a verificare “chi sei” su Facebook e, sempre più spesso, utilizzano questo canale per porre domande, dubbi e richieste specifiche sugli acquisti.

Avere una fan page attiva su Facebook, significa essere un’azienda viva ed attenta al cliente, elemento che contribuisce a darti punti in più rispetto ad un concorrente che non utilizza questo mezzo. Sii vero e presente e le persone si fideranno di te.

4. Puoi aumentare le vendite.

Ci sono almeno due motivi per i quali i social network possono aiutarti ad incrementare le vendite, seppur indirettamente. Il primo, è il fatto che il mezzo ti rende visibile raggiungendo un bacino di utenti che, molto probabilmente, non saresti riuscito a raggiungere con i metodi tradizionali. Il social ti permette di rintracciare esattamente il tuo target, andando a proporgli ciò di cui ha bisogno. Il secondo motivo è che il social diventa uno strumento potentissimo per rintracciare le esigenze del tuo target, andando a scoprire, prima di lanciarlo sul mercato, l’interesse per un determinato prodotto, ad esempio, o ancora ti consente di analizzare la tua concorrenza per una giusta strategia. Ascolta cosa le persone hanno da dire e le tue vendite aumenteranno.

5. Puoi aumentare la tua visibilità in rete e il posizionamento SEO.

Anche se l’unico social network realmente influente per il posizionamento SEO è Google Plus, anche gli altri social media contribuiscono ad incrementare la visibilità della tua azienda: infatti, le pagine social sono sempre tra i primi risultati di Google. Inoltre, senza dubbio i social media sono in grado di incrementare in modo esponenziale il traffico verso il tuo sito. Basterà pubblicare i contenuti in modo corretto inserendo i link ai quali vogliamo indirizzare il traffico. Integra la SEO e i social nerwork per incrementare la tua visibilità sui motori di ricerca. 

6. Puoi ottimizzare gli investimenti di marketing.

Il social media marketing, a differenza dei tradizionali mezzi di comunicazione e promozione di marca, sono tra i più vantaggiosi, poiché il ROI (ritorno dell’investimento) è più facilmente misurabile rispetto ai metodi tradizionali. L’investimento a livello di budget diminuisce in modo esponenziale e la visibilità aumenta. I social network, se utilizzati con costanza, professionalità e creatività, sono in grado di dare, nell’arco di pochi mesi, risultati difficilmente raggiungibili a pari condizioni di investimento di tempo e denaro con altri mezzi. Ottimizza tempo e denaro per raggiungere con soddisfazione i tuoi obiettivi.

Questi sono solo alcune delle motivazioni che ti posso dare: ti sembrano dei buoni motivi per utilizzare il social media marketing nella tua strategia di comunicazione e per integrarlo nella tua azienda?

Se la risposta è sì, e se vuoi capire quale social network possa fare al caso tuo, puoi scaricare immediatamente la mia Guida Gratuita alla scelta del social network giusto per il tuo business.

Buona lettura e buon social!

EZ